FRELP

Full Recovery End Life Photovoltaic

FRELP: stato di avanzamento a OTTOBRE 2014

Ottobre 2014

FRELP: stato di avanzamento a OTTOBRE 2014

Sui quattro step previsti dal piano di sviluppo la situazione è la seguente:

Azione B3 – DISTACCO

Nel mese di settembre si è testato in continuo il prototipo di distacco cercando di ottimizzare il rendimento.

Vi sono alcuni problemi nel sistema di incollaggio dei pannelli testa a testa in quanto, in fase di transito nella zona a temperatura elevata, prima del distacco del vetro dal sandwich, abbiamo avuto qualche problema di scollamento della giunzione dovuta al fatto che l’adesivo è molto sensibile a variazioni di temperatura e quindi quando la temperatura sale oltre un certo limite si verifica lo scollamento.

Stiamo ricercando adesivi che resistano a condizioni di temperatura più elevata rispetto a quella di esercizio in modo da avere un certo margine di sicurezza ed evitare problemi nella continuità del processo di distacco.

Azione B4 – PIROLISI

Si sono eseguite diverse prove di pirolisi su porzioni centimetriche di sandwich per poter mediare i risultati quantitativi di ceneri residue sulle quali abbiamo fatto delle analisi chimiche.

Sono stati analizzate diverse tipologie di ceneri di pirolisi ed i risultati delle analisi chimiche sono abbastanza variabili, in particolare in funzione della presenza in argento che è contenuto in quantità che oscillano dallo 0,05% allo 0,15% rispetto al peso complessivo dell’intero pannello.

Anche gli altri componenti metallici hanno una notevole variabilità in funzione della tipologia del pannello e, per lo stesso pannello, a seconda delle porzioni di wafer.

Abbiamo finalizzato lo studio delle ceneri in particolare al recupero dell’argento e del rame, che sono gli elementi da recuperare per elettrolisi dopo dissoluzione in acido tramite lisciviazione.

Per l’alluminio si è visto che, mediante macinazione spinta delle ceneri e successiva vagliatura, è possibile recuperare gran parte dell’alluminio come residuo sopragriglia.

Azione B5 – LISCIVIAZIONE ACIDA

Nel mese di settembre si è testato anche il processo di lisciviazione acida con diversi acidi e miscele di acidi.

Dopo numerose prove a base di acido solforico, acido nitrico, acido cloridrico, acido fluoridrico e miscele varie degli stessi, valutando le problematiche ambientali connesse alla diversa pericolosità degli stessi, si è deciso, anche in funzione degli incoraggianti primi risultati, di puntare principalmente sulla lisciviazione a caldo con acido nitrico.

Pertanto si procederà in questa direzione anche in funzione della successiva fase di elettrolisi, che sarà oggetto di studio nel mese di novembre e dicembre quando avremo stabilito i più idonei rapporti di diluizione della soluzione acida da usare per la elettrolisi selettiva a potenziali diversi.

Azione D2 – DISSEMINATION

il giorno 23 settembre si sono svolti in contemporanea 2 convegni ai quali Sasil e SSV hanno partecipato presentando il progetto FRELP:

Entrambi hanno riscosso molto interesse in quanto, nel settore del recupero dei pannelli con tecnologia al silicio, non esistono al momento processi di trattamento attivi a livello industriale; anche a livello di ricerca si è ancora in fase di recupero poco selettivo per la valorizzazione dei singoli componenti.

Annunci

I commenti sono chiusi.