FRELP

Full Recovery End Life Photovoltaic

FRELP: stato di avanzamento a MAGGIO 2014

Maggio 2014

FRELP: stato di avanzamento a MAGGIO 2014

Metodologia di distacco EVA-VETRO

Nel corso del mese di maggio si è risolto il più importante problema relativo al distacco del vetro del pannello fotovoltaico dal “sandwich” di EVA + silicio.

Come anticipato in aprile, attraverso il prototipo messo a punto da Sasil, sono state testate diverse opzioni, sia dal punto di vista del trattamento termico, che sotto l’aspetto del distacco vero e proprio.

Alla fine è stato raggiunto un buon risultato con l’utilizzo di tre sistemi di riscaldamento preliminare e due accorgimenti tecnici per la fase di separazione finale del vetro.

Lo scopo di separare il vetro puro è stato ottenuto con un impiego di energia totale inferiore a 100 kWh/t.

Ottimizzazione

Sarà necessario ottimizzare il sistema entro il mese di giugno 2014 per poter raccogliere tutti i dati per la progettazione finale dell’impianto pilota che sarà dimensionato, come previsto, per una portata di 1 t/h, e per processare pannelli interi lunghi 1 metro.

Per ora il prototipo è in grado di lavorare su strisce di pannello di 250 mm e sono già stati ottenuti significativi campionamenti di vetro e di “sandwich”. Il vetro è già stato ulteriormente depurato con un separatore ottico con ottimi risultati.

Pirolisi

Il “sandwich” destinato alla pirolisi è stato sminuzzato in piccoli pezzi di dimensione centimetrica e testato in pirolisi presso il laboratorio Sasil, con l’attuale attrezzatura, che però si è rivelata non del tutto idonea.

Abbiamo deciso di acquistare della nuova attrezzatura di laboratorio per i test di pirolisi, adatta a processare il “sandwich” in ambiente di azoto e con adeguati strumenti di misura per controllare i flussi in uscita.

In ogni caso, dalle prove preliminari sono state ottenute significative informazioni sulle procedure di pirolisi adatte in questo particolare tipo di pirolisi previsto in discontinuo e in ambiente inertizzato con azoto.

Leaching

Sono stati fatti tentativi di solubilizzare le ceneri della pirolisi ma per mancanza di Standard adeguati sugli elementi da ricercare, abbiamo rimandato più avanti tali prove, quando avremo gli standard idonei.

Annunci

I commenti sono chiusi.